martedì 21 luglio 2020

La prima autorotazione

    Devo ammettere di non ricordare la mia prima autorotazione, l'ho fatta nel 1984 con il Bell 47, 36 anni fa! Ne parlavamo da giorni fra allievi, e quelli che l'avevano giá fatta la raccontavano.

    In realtá credo che la prima non fu un gran che, perché era in dimostrazione e quindi l'ha fatta l'istruttore in maniera pressoché perfetta. Il problema erano quelle che venivano dopo, quelle che ho dovuto fare con le mani sui comandi, la flare, il timimg giusto, l'apertura della manetta per riprendere.

    Mi ricordo come fosse ieri la prima autorotazione reale ma simulata, la fece l'istruttore, sempre sul 47, mi ricordo il suo urlo «Cazzo i giri» il suo silenzio e la botta che abbiamo dato. Poi la torre «Samba 37 tutto bene?» Il rotore era regolato male e sul piú bello i giri sono calati di brutto. Anni dopo facevo il pilota addetto ai voli prova e vi assicuro che il rotore in autorotazione lo regolavo bene! e sempre un po abbondante.

    Pochi giorni dopo ho avuto la mia prima piantata motore in hovering al parcheggio, un'autorotazione da un metro, ma sempre una bella piantata motore! Ci restammo di stucco, avevamo finito il carburante, 30 secondi prima eravamo nel pieno della "Curva dell'uomo morto", quindi ci saremmo fatti molto male!


    Poi vennero, da sergente, molto altre autorotazioni con il 205, come pilota di sicurezza di colonnelli in allenamento. Quelle le ricordo con spavento ancora adesso, il 205 scendeva inesorabile sull' H di Bolzano, non sembrava un'eternità ma un attimo. Il colonnello iniziava una flare tutta scombinata, a coda bassa, oppure in paradiso, oppure non beccava nemmeno l'H.

Io dovevo mordere la lingua per non bestemmiare, ma ero sergente e l'unica cosa che potevo dire era «Un po bassa, Signor Colonnello!»

    Un giorno il mio comandante di gruppo, che mi vide dalla sala operativa con un assetto assurdo, mi disse:  «Sergente, deve mettere le mani sui comandi, non importa se vola con il colonnello!»

    Vennero tante altre autorotazioni, alcune fatte con dei veri guru del volo, mi ricordo bene quelle in retromarcia con Diego. Mi divertivo a farle pure io, oppure quelle a 360, quelle disperate oppure le piú semplici "Do cojo cojo"

    Un giorno il 205, durante un volo prova, mi ripeté lo scherzetto del Bell 47 in hovering, una bella "Quasi piantata".
    Si ruppe la camma di compensazione e dall'hovering mi ritrovai senza motore e con il passo dentro, mentre indagavo un ritardo di ripresa del motore causato dalla banda antistallo.
Senza quasi giri lo posai dolcemente a terra, grazie nonno 205!

Ironia adesso piloto aerei VDS ad ala fissa, giro per il mio Aeroclub come un allievo chiedendo come si fa il rifornimento. Tutte le mie esperienza passate, licenze, avventure sono poco influenti, dimentico ancora di togliere il freno di parcheggio prima di scendere!


 

Nessun commento:

Posta un commento

La prima autorotazione

     Devo ammettere di non ricordare la mia prima autorotazione, l'ho fatta nel 1984 con il Bell 47, 36 anni fa! Ne parlavamo da giorni ...